Dopo la pandemia, è tempo di custodire la famiglia. Iniziative internazionali

Dopo la pandemia, è tempo di custodire la famiglia. Iniziative internazionali

Il 2020 e il 2021 saranno ricordati come gli anni della pandemia mondiale, ma anche per l’importanza che ha acquisito la famiglia in tempi di crisi.

Dal punto di vista sanitario, rimanere nelle nostre “bolle” sta contribuendo a salvarci dal virus. Sul piano economico, la famiglia è quella comunità che aiuta molti a uscire da una situazione molto complicata.

Non vi è dubbio, quindi, sul posto privilegiato che occupa, sebbene molte volte non venga presa sufficientemente in considerazione o non riceva gli aiuti necessari.

Il 2021, l'anno per rafforzare la famiglia

Lo scorso 20 gennaio ho potuto partecipare virtualmente a un webinar internazionale, organizzato da Rome Reports su questo tema.

Il seminario ha anticipato cosa significherà un anno dedicato alla famiglia, dopo una pandemia come quella che stiamo soffrendo.

È stato interessante ascoltare Gabriella Gambino, Sottosegretario del Dicastero per i Laici, Famiglia e Vita, chi ha ricordato che “la pandemia ha mostrato i punti di forza, ma anche i punti deboli della famiglia. Alcuni di questi sono: paura del matrimonio, violenza o crisi coniugale; dimostrando così una frattura tra fede e vita pratica”.

La mancanza di autostima è stata un'altra problematica evidenziata dalla psicologa Laura Rojas-Marcos. Si tratta di "un valore che si sviluppa all'interno della famiglia e che, se manca, rende difficile amare gli altri, perché chi non ha stima di sé stesso non può amare".

E come terza ospite, è intervenuta la psicologa Lupita Venegas, che ha indicato come "i giovani hanno un desiderio di amore per la vita, ma è la società che è responsabile di soffocarlo".

Insieme a questi tre contributi, è stato chiesto di coinvolgere le coppie di sposi nella pastorale familiare per renderla più realistica.

Anno della Famiglia, Amoris Laetitia e X Incontro Mondiale a Roma

Sono passati 27 anni dal Primo Incontro Mondiale delle Famiglie che si svolse a Roma, nel 1994, con Papa Giovanni Paolo II. A quel tempo il motto era "Famiglia, cuore della civiltà dell'amore", e mi sento una privilegiata ad aver potuto partecipare quando ero solo una bambina.

Il 19 marzo, giorno di San Giuseppe, Papa Francesco ha chiamato l'anno "Famiglia, Amoris Laetitia", in coincidenza con il V anniversario dell'Esortazione Apostolica e con il III anniversario di Gaudete et Exsultate .

Il Papa ha voluto unire le due celebrazioni per sottolineare la chiamata alla santità della famiglia, che passa indiscutibilmente attraverso un cammino di amore in casa tradotto in servizio, nell’uscire da sé stessi e nel donarsi agli altri; e un affetto che inizia con il trattamento gentile tra i conviventi.

Quando la famiglia è più toccata che mai è proprio il momento in cui conviene riparare le ferite, rafforzare i legami e approfondire l'istruzione a tutti i livelli. Adesso è il momento di custodire questa istituzione, che è scuola di virtù e cellula primaria della società.

Per questo verranno messi a disposizione delle parrocchie e delle altre istituzioni ecclesiali diversi strumenti per la preparazione al matrimonio, l'educazione all'affettività dei giovani e alla santità degli sposi e delle loro famiglie. Tutte le informazioni aggiornate possono essere trovate sul web: http://www.laityfamilylife.va.

In questa piattaforma compaiono diverse iniziative spirituali, pastorali e culturali organizzate dal Dicastero; e a cui il Papa ci invita ad unirci.

Può essere utile rileggere (o leggere per la prima volta) entrambe le esortazioni. E quella di Giovanni Paolo II, Familiaris Consortio, che ha dato vita a questo movimento spirituale e culturale per la famiglia nella Chiesa cattolica i cui effetti si fanno già sentire nella società e si faranno sentire ancora di più nel lungo periodo della Storia.

Questo tempo di grazia si chiuderà il 26 giugno 2022 con il X Incontro Mondiale delle Famiglie a Roma alla presenza del Santo Padre; evento che è stato ritardato di un anno a causa del coronavirus.

II Simposio virtuale su matrimonio e famiglia

Nonostante sia ancora in fase di definizione lo schema di come si concretizzeranno tutte queste iniziative, vale la pena evidenziare un altro evento a livello globale e virtuale: il II Simposio sobre Matrimonio y Familia organizzato dalla piattaforma Familia360.

Si tratta di un congresso che alla sua seconda edizione ha avuto più di 50 relatori, i quali hanno affrontato diversi temi: adolescenza, amore di coppia, comunicazione, avversità, salute digitale e tanti altri.

Ciò dimostra che le problematiche che si verificano in casa sono sempre attuali e, soprattutto, vitali.

È ora a scaldare i nostri motori per un anno ricco di proposte per crescere come famiglia!

Hits: 42

Nessun commento ancora

Lascia un commento